Linguaggio

“Chi “ha” il linguaggio ha il mondo.” H. G. Gadamer

Si parla di ritardo di linguaggio nel caso di bambini che producono meno di 50 parole all’età di 24 mesi, oppure che ne esprimono più di 50, ma in assenza di combinazione di due o più parole come abbozzo delle prime frasi. In alcuni casi, i Parlatori Tardivi, ovvero bambini con ritardo di linguaggio,  possono gradualmente normalizzare e recuperare il linguaggio senza necessità d’interventi specifici, mentre in altri le fragilità possono permanere e rivelare un Disturbo Primario del Linguaggio. 

I Disturbi Primari del Linguaggio (DPL) descrivono un insieme di quadri clinici molto differenti tra loro, ma accomunati da un disordine nella comprensione e/o produzione linguistica in una o più componenti, quali la fonologia, la semantica, la sintassi e la pragmatica.

Quali sono i segni tipici del ritardo o disturbo di linguaggio?

Come si interviene?

In questi casi è importante effettuare un’attenta valutazione logopedica che ha lo scopo di identificare i punti di forza e le fragilità del bambino. 

Solo in seguito sarà possibile formulare un piano di trattamento che tenga conto degli interessi e dei bisogni del bambino e della famiglia. 

Annalisa Viola Logopedista Castel San Pietro terme

Per informazioni e prenotazioni chiama +39 333 1178073 

Un intervento precoce permette un recupero più rapido e una minor fatica per il bambino, quindi se hai dubbi a riguardo rivolgiti a uno specialista!
logo AnnalisaViola Logopedista

Annalisa Viola
LOGOPEDISTA

Hai dubbi o domande sull'argomento? Per informazioni e prenotazioni
chiama:

+39 3331178073